F.A.Q.

Funzioni del Gruppo di continuità

+ A cosa serve il gruppo di continuità?

Il gruppo di continuità, noto anche come UPS (Uninterruptible Power Supply), ha lo scopo di fornire energia elettrica temporanea a dispositivi elettronici in caso di interruzione dell’alimentazione principale. Ecco alcuni usi principali:
Protezione da Interruzioni di Corrente: Fornisce energia immediata attraverso batterie integrate quando si verifica un’interruzione di corrente, permettendo agli utenti di salvare i dati e spegnere in modo sicuro i dispositivi.
Protezione da Fluttuazioni di Tensione e Sovratensioni: Stabilizza la tensione di ingresso, proteggendo i dispositivi sensibili dalle variazioni dannose di tensione e dalle sovratensioni causate da temporali o altri disturbi elettrici.
Continuità Operativa: Assicura il funzionamento continuo di apparecchiature critiche, come server, dispositivi medici, sistemi di sicurezza, fino a quando non viene ripristinata l’alimentazione principale o viene attivata un’altra fonte di energia.
Protezione dei Dati: Fondamentale in ambienti informatici e di data center, dove la perdita di dati a causa di interruzioni di corrente improvvisi può essere molto costosa e dannosa.
Maggiore Longevità dei Dispositivi: Protegge i dispositivi elettronici da danni a lungo termine causati da instabilità della corrente, prolungando così la loro durata.

 

Installazione del Gruppo di continuità

+ Dove installare il gruppo di continuità?

L’installazione di un gruppo di continuità (UPS) richiede attenzione a diversi fattori per garantire la massima efficienza e sicurezza. Ecco alcuni suggerimenti su dove installare il tuo UPS:
Vicino alle Apparecchiature Protette: Idealmente, l’UPS dovrebbe essere posizionato vicino alle apparecchiature che intende proteggere. Ciò riduce la lunghezza dei cavi e minimizza eventuali interferenze o perdite di energia.
Ambiente Controllato: Installare l’UPS in un ambiente con temperature moderate e senza esposizione diretta alla luce solare. Temperature estreme possono ridurre l’efficienza e la durata della batteria dell’UPS.
Ventilazione Adeguata: Assicurarsi che ci sia spazio sufficiente intorno all’UPS per una buona circolazione dell’aria. L’accumulo di calore può danneggiare l’UPS e ridurre la sua efficienza.
Accessibilità: Posizionare l’UPS in un luogo facilmente accessibile per manutenzione e ispezione. Assicurarsi che i pannelli di controllo e gli indicatori siano facilmente visibili.
Protezione da Umidità e Polvere: Evitare luoghi dove l’UPS potrebbe essere esposto a umidità eccessiva o a polvere, che possono danneggiare i componenti interni.
Evitare Zone a Rischio di Allagamento: Non installare l’UPS in aree soggette a inondazioni o accumulo di acqua.
Sicurezza Fisica: Se necessario, posizionare l’UPS in un’area con accesso controllato per prevenire manomissioni o danni accidentali.
Su una Superficie Stabile: Assicurarsi che l’UPS sia posizionato su una superficie stabile e livellata per evitare il rischio di cadute o inclinazioni.
Lontano da Fonti di Interferenza Elettromagnetica: Evitare di installare l’UPS vicino a dispositivi che generano un’alta quantità di interferenze elettromagnetiche, come motori di grandi dimensioni, generatori o apparecchiature di trasmissione.
Considerare l’Altezza: In caso di UPS di grandi dimensioni, valutare l’altezza e l’accessibilità per la sostituzione delle batterie o per la manutenzione.

+ Come si collega il gruppo di continuità?

Per collegare un gruppo di continuità (UPS) segui questi passaggi generali:
Scegli una posizione adeguata: Posiziona l’UPS in un luogo asciutto e ventilato, lontano da fonti di calore e umidità.
Collegamento all’alimentazione elettrica: Collega il cavo di alimentazione dell’UPS a una presa di corrente.
Installazione della batteria (se necessario): Alcuni modelli di UPS richiedono l’installazione della batteria. Segui le istruzioni del produttore per inserirla correttamente.
Accensione dell’UPS: Accendi l’UPS per assicurarti che funzioni correttamente. La maggior parte degli UPS ha un indicatore luminoso o un segnale acustico che conferma il corretto funzionamento.
Collegamento dei dispositivi: Collega i dispositivi elettronici che vuoi proteggere (come computer, monitor, stampanti) alle prese protette dall’UPS. Assicurati di non superare la capacità massima di carico dell’UPS.
Test del sistema: Una volta collegati tutti i dispositivi, effettua un test staccando l’UPS dalla presa di corrente per verificare se fornisce alimentazione di emergenza ai dispositivi collegati.
Software di gestione: Installa il software di gestione sul tuo computer per monitorare lo stato dell’UPS e configurare le impostazioni come lo spegnimento automatico.

 

Batterie gruppo di continuità

+ Che tipologia di batterie vengono utilizzate nei gruppi di continuità AEC?

Quando si tratta di scegliere un gruppo di continuità (UPS) per garantire la sicurezza e l’affidabilità dei vostri dispositivi elettronici, è fondamentale considerare il tipo di batteria che alimenta l’unità.
I nostri gruppi di continuità AEC sono disponibili con due diverse opzioni di batterie, ciascuna con caratteristiche uniche e vantaggi distinti, per adattarsi a diverse necessità e contesti di utilizzo.
Batterie al Piombo AGM/VRLA:
Questa opzione tradizionale offre un’affidabilità collaudata e una manutenzione ridotta. Ideali per un’ampia varietà di applicazioni, queste batterie sono una soluzione economica che combina sicurezza e praticità d’uso.• Batterie agli Ioni di Litio (Modello IST8):
Per chi cerca tecnologia all’avanguardia con prestazioni superiori, le batterie agli ioni di litio rappresentano una scelta eccellente. Offrono una durata prolungata, maggiore densità energetica e sono perfette per situazioni dove spazio e peso sono considerazioni cruciali.

+ Quali sono le differenze tra batterie al piombo e batterie al litio per gruppi di continuità?

Batterie al Piombo AGM/VRLA

Manutenzione Ridotta: Le batterie AGM (Absorbent Glass Mat) e VRLA (Valve-Regulated Lead-Acid) sono sigillate e non richiedono manutenzione, come il riempimento con acqua.
Sicurezza e Stabilità: Queste batterie sono meno propense a perdite e possono essere installate in diverse posizioni senza il rischio di fuoriuscite di acido.
Buon Rapporto Qualità-Prezzo: Generalmente offrono una soluzione più economica rispetto alle batterie agli ioni di litio, rendendole una scelta conveniente per molte applicazioni.
Ampia Gamma di Temperature: Funzionano bene in un’ampia gamma di temperature, anche se le prestazioni possono diminuire in condizioni estreme.
Recyclability: Le batterie al piombo sono tra le più riciclabili, contribuendo a ridurre l’impatto ambientale.

Batterie agli Ioni di Litio (Modello IST8)
Durata Ciclo di Vita Prolungata: Le batterie agli ioni di litio possono sopportare un numero maggiore di cicli di carica/scarica rispetto alle batterie al piombo, offrendo una durata più lunga.
Maggior Densità Energetica: Forniscono una maggiore densità energetica, il che significa più energia immagazzinata in meno spazio. Questo le rende ideali per applicazioni dove lo spazio è un fattore limitante.
Peso Ridotto: Sono significativamente più leggere rispetto alle batterie al piombo, facilitando il trasporto e l’installazione.
Efficienza di Ricarica: Si ricaricano più velocemente delle batterie al piombo, migliorando l’efficienza operativa.
Prestazioni in Temperature Estreme: Tendono a funzionare meglio in condizioni di temperature estreme, sia alte che basse.
Minore Effetto Memoria: Sono meno soggette all’effetto memoria, che può ridurre la capacità della batteria nel tempo.

+ Come ricaricare le batterie di un gruppo di continuità?

La ricarica delle batterie di un gruppo di continuità (UPS) avviene tipicamente in modo automatico. Ecco i passaggi generali:
Collegamento alla Rete Elettrica: Assicurati che il tuo UPS sia correttamente collegato a una presa di corrente funzionante.
Accensione del UPS: Accendi il gruppo di continuità. Molti modelli iniziano automaticamente a ricaricare la batteria non appena vengono collegati alla rete elettrica.
Indicatori di Ricarica: Controlla gli indicatori sul pannello del UPS. La maggior parte dei modelli ha un indicatore luminoso o un display che mostra lo stato di carica della batteria.
Tempo di Ricarica: Lascia il tuo UPS collegato per il tempo necessario a ricaricare completamente le batterie. Questo può variare da qualche ora a più di un giorno, a seconda della capacità della batteria e del modello di UPS.
Manutenzione Periodica: Per mantenere l’efficienza delle batterie, è consigliabile scaricarle parzialmente e poi ricaricarle completamente ogni tanto, soprattutto se l’UPS non viene utilizzato frequentemente.
Controllo della Salute della Batteria: Alcuni UPS hanno funzioni integrate per testare la salute della batteria. È buona pratica eseguire questi test periodicamente.
Sostituzione della Batteria: Le batterie degli UPS hanno una durata limitata. Se noti che la batteria non si carica completamente o si scarica rapidamente, potrebbe essere necessario sostituirla.

+ Quando vanno cambiate le batterie di un gruppo di continuità?

La frequenza con cui si devono cambiare le batterie di un gruppo di continuità (UPS) dipende da vari fattori, tra cui il tipo di batteria, le condizioni di utilizzo, l’ambiente operativo e la manutenzione. Ecco alcune linee guida generali:
Tipo di Batteria:
o Batterie al Piombo-Acido (AGM/VRLA): Queste batterie hanno generalmente una vita utile compresa tra 3 e 5 anni, ma possono durare di più con una manutenzione adeguata e condizioni operative ottimali.
o Batterie agli Ioni di Litio: Possono durare più a lungo, fino a 5-7 anni o più, grazie alla loro maggiore resistenza ai cicli di carica e scarica.
Condizioni di Utilizzo:
o Frequenza di Interruzioni di Corrente: Se il UPS è frequentemente utilizzato durante interruzioni di corrente, le batterie potrebbero usurarsi più velocemente.
o Profondità di Scarica (DoD): Una scarica profonda ripetuta può ridurre la vita utile della batteria.
Ambiente Operativo:
o Temperatura: Temperature eccessivamente alte o basse possono accorciare la durata delle batterie. Il mantenimento di un ambiente con temperatura controllata può prolungare la loro vita utile.
o Umidità e Pulizia: Un ambiente troppo umido o sporco può anche influenzare negativamente la durata della batteria.
Manutenzione:
o Batterie mantenute correttamente, con verifiche periodiche dello stato di carica e della salute generale, possono durare più a lungo.
Test Periodici:
o È consigliabile eseguire test regolari delle batterie per monitorarne lo stato e l’efficienza.

+ Cosa fare dopo aver sostituito le batterie?

Dopo aver sostituito le batterie di un gruppo di continuità (UPS), è importante seguire alcuni passaggi per assicurarsi che il sistema sia configurato correttamente e funzioni in modo ottimale. Ecco cosa fare:
Verifica dei Collegamenti: Assicurati che le nuove batterie siano correttamente e saldamente collegate. I collegamenti devono essere ben serrati per evitare problemi di connessione.
Ricarica delle Batterie: Prima di utilizzare il UPS, lascia che le nuove batterie si ricarichino completamente. Questo potrebbe richiedere diverse ore, a seconda del modello e della capacità delle batterie.
Reset del Sistema: Alcuni modelli di UPS potrebbero richiedere un reset dopo la sostituzione delle batterie.
Controllo dei Sistemi di Allarme e Indicatori: Accertati che gli allarmi e gli indicatori del UPS funzionino correttamente. Dopo la sostituzione delle batterie, gli eventuali avvisi o allarmi relativi alla batteria dovrebbero essere resettati.
Test di Funzionamento: Esegui un test di funzionamento per verificare che il UPS funzioni correttamente con le nuove batterie. Ciò può includere un test di trasferimento di carico o un test di autonomia.
Aggiornamento del Software/Firmware: Se il tuo UPS ha capacità di monitoraggio o gestione tramite software, assicurati che sia aggiornato all’ultima versione disponibile.
Registrazione della Sostituzione: Registra la data di sostituzione delle batterie per tenere traccia della loro età e pianificare le future manutenzioni o sostituzioni.
Smaltimento delle Vecchie Batterie: Smaltisci le vecchie batterie in modo responsabile. Le batterie al piombo-acido devono essere riciclate secondo le normative locali per evitare danni ambientali.
Verifica delle Impostazioni dell’UPS: Controlla tutte le impostazioni dell’UPS, comprese le soglie di allarme e le preferenze di funzionamento, per assicurarti che corrispondano alle tue necessità.

 

Autonomia UPS

+ Che cosa si intende con autonomia del gruppo di continuità?

L’autonomia di un gruppo di continuità (UPS) si riferisce al tempo durante il quale l’UPS può continuare a fornire energia ai dispositivi collegati in caso di interruzione dell’alimentazione elettrica.
Questo tempo è determinato dalla capacità delle batterie integrate nell’UPS e dall’entità del carico (ovvero quanta energia stanno consumando i dispositivi collegati). Ecco alcuni aspetti chiave:
Misurazione dell’Autonomia: L’autonomia è generalmente misurata in minuti e indica per quanto tempo l’UPS può mantenere in funzione i dispositivi collegati dopo che l’alimentazione principale viene a mancare.
Dipendenza dal Carico: Più alto è il carico collegato all’UPS (cioè più energia consumano i dispositivi collegati), minore sarà l’autonomia. Per esempio, un UPS potrebbe essere in grado di alimentare un singolo computer per un’ora, ma solo per 15 minuti se ci sono collegati più computer o altri dispositivi che richiedono più energia.
Capacità della Batteria: La capacità della batteria dell’UPS, che si misura di solito in ampere-ora (Ah) o in watt-ora (Wh), è un fattore chiave che determina l’autonomia. Maggiore è la capacità della batteria, più a lungo l’UPS può fornire energia.
Variazioni in Base al Modello e alle Specifiche: Diversi modelli di UPS hanno diverse capacità di batteria e quindi differenti autonomie. Consulta le opzioni disponibili per i nostri prodotti e trova la configurazione adatta al tuo progetto.
Importanza per la Pianificazione: Conoscere l’autonomia di un UPS è fondamentale per pianificare come gestire un’interruzione di corrente. Ad esempio, potrebbe essere sufficiente per completare un salvataggio del lavoro e spegnere in sicurezza i dispositivi, o per attivare un generatore di backup.
Estensione dell’Autonomia: In alcuni casi, è possibile estendere l’autonomia di un UPS aggiungendo batterie esterne o moduli di batteria aggiuntivi, a seconda del modello e della configurabilità dell’UPS.

 

Spese di spedizione e Garanzia

+ Le spese di spedizione sono sempre gratuite?

Siamo lieti di confermare che, per migliorare la tua esperienza di acquisto e offrirti un servizio di qualità superiore, offriamo la spedizione gratuita su tutti gli ordini in Italia, senza alcun requisito di spesa minima. Questo significa che puoi godere di una consegna completamente gratuita, indipendentemente dal valore o dalla quantità dei prodotti che scegli di acquistare. Questa politica fa parte del nostro impegno costante per assicurarti un’esperienza di shopping semplice, trasparente e conveniente. Quindi, vai avanti e scegli i tuoi prodotti preferiti senza preoccuparti dei costi aggiuntivi di spedizione.

+ Quanto dura la garanzia sugli UPS?

La durata della garanzia per i nostri gruppi di continuità (UPS) varia in base alla tipologia e alle specifiche del modello. Di seguito sono riportate le nostre politiche di garanzia standard:
Per gli UPS con Batterie al Piombo:
• 3 anni di garanzia per l’unità UPS.
• 2 anni di garanzia per le batterie al piombo.
Per gli UPS con Batterie al Litio (IST8):
• 5 anni di garanzia sia per l’unità UPS che per le batterie al litio.
Queste garanzie sono un segno della nostra fiducia nella qualità e nell’affidabilità dei nostri prodotti. Ci impegniamo a fornire soluzioni durature e di alta qualità per soddisfare tutte le tue esigenze energetiche.

+ Quali sono le pratiche consigliate per mantenere valida la garanzia del gruppo di continuità?

Per garantire che il periodo di garanzia del tuo gruppo di continuità (UPS) rimanga valido, ti consigliamo di seguire alcune semplici linee guida:
Ambiente Climatizzato: Assicurati di installare l’UPS in un ambiente climatizzato. La temperatura e l’umidità controllate contribuiscono a preservare le prestazioni e la longevità dell’apparecchio.
Cicli di Carico/Scarico Regolari: È importante effettuare cicli di carico e scarico delle batterie almeno ogni tre mesi. Questo aiuta a mantenere le batterie in buone condizioni e assicura che l’UPS funzioni efficacemente quando necessario.
Ambiente Pulito e Asciutto: Assicurati che l’area intorno all’UPS sia sempre pulita e priva di polvere e umidità. Un ambiente pulito riduce il rischio di danni interni causati da agenti esterni.
Spazio Adeguato per la Ventilazione: Lascia spazio sufficiente attorno all’UPS per garantire una buona circolazione dell’aria. Una ventilazione adeguata è essenziale per evitare il surriscaldamento e per mantenere l’UPS funzionante in modo ottimale.

 

Monitoraggio & Manutenzione

+ Ogni quanto tempo è consigliato effettuare la manutenzione di un gruppo di continuita?

La manutenzione di un gruppo di continuità (UPS) è essenziale per assicurare la sua affidabilità e lunga durata. La frequenza della manutenzione può variare a seconda del modello e del tipo di UPS, nonché dell’ambiente in cui è installato. Tuttavia, esistono alcune linee guida generali:
Controllo Visivo Annuale: Si consiglia di effettuare un controllo visivo almeno una volta all’anno. Questo include la verifica di eventuali segni di usura, danni ai cavi e connettori, e l’accumulo di polvere o detriti che potrebbero influenzare le prestazioni del dispositivo.
Verifica della Batteria: Le batterie, che sono una componente cruciale degli UPS, dovrebbero essere controllate regolarmente. Per gli UPS con batterie al piombo-acido, è consigliato un controllo annuale. Le batterie vanno sostituite se mostrano segni di degrado o non riescono a mantenere la carica come previsto.
Manutenzione Preventiva Programmata: AEC offre programmi di manutenzione preventiva. Questi programmi possono includere ispezioni più dettagliate, test di funzionalità e diagnostica avanzata, spesso su base annuale o biennale.
Condizioni Ambientali: L’ambiente in cui l’UPS è installato può influenzare la frequenza della manutenzione. Ambienti con elevata polvere, fluttuazioni di temperatura o umidità richiedono controlli più frequenti.
Aggiornamenti del Software: È importante anche tenere aggiornato il software di gestione dell’UPS, se presente. Questi aggiornamenti possono migliorare le funzionalità dell’UPS e correggere eventuali bug.

+ E’ possibile stipulare un contratto di manutenzione per i gruppi di continuità?

Sì, è possibile stipulare un contratto di manutenzione per i gruppi di continuità (UPS), e ciò è particolarmente consigliato per gli UPS trifase con una potenza superiore ai 6kVA, a causa del costo più elevato di queste apparecchiature più potenti.

+ Quali sono i vantaggi di stipulare un contratto di manutenzione?

I contratti di manutenzione offrono diversi vantaggi, soprattutto per gli UPS di maggiori dimensioni e complessità:
Manutenzione Programmata: Con un contratto di manutenzione, si beneficia di interventi di manutenzione programmata che possono prevenire malfunzionamenti e prolungare la vita utile dell’UPS.
Supporto Tecnico: Si ha accesso a un supporto tecnico specializzato, che può essere cruciale in caso di problemi tecnici complessi o guasti.
Risposta Tempestiva: In caso di guasto, i contratti di manutenzione spesso includono tempi di risposta garantiti, minimizzando così i tempi di inattività e i potenziali danni o perdite causati da interruzioni dell’alimentazione elettrica.
Costi Prevedibili: Un contratto di manutenzione aiuta a stabilire in anticipo i costi di manutenzione, semplificando la pianificazione finanziaria e riducendo il rischio di spese impreviste.
Aggiornamenti e Sostituzioni: I contratti possono includere anche la sostituzione delle parti usurabili, come le batterie, e gli aggiornamenti del software, garantendo che l’UPS funzioni sempre con le tecnologie più aggiornate e efficienti.
Consulenza Professionale: I fornitori di manutenzione possono offrire consulenza su come ottimizzare l’uso dell’UPS e suggerire eventuali aggiornamenti o modifiche in base alle esigenze specifiche dell’azienda.

+ E’ possibile monitorare l’UPS per verificarne il corretto funzionamento?

Si, è possibile monitorare un UPS (Uninterruptible Power Supply) per verificarne il corretto funzionamento. Questo si realizza attraverso l’uso di una scheda SNMP (Simple Network Management Protocol) e un software di monitoraggio dedicato.
La scheda SNMP si installa nell’UPS e permette al dispositivo di collegarsi alla rete. Questo rende possibile il monitoraggio remoto e la gestione dell’UPS da un computer o un sistema centrale.
Il software di monitoraggio, consente di visualizzare in tempo reale lo stato dell’UPS, come i livelli di carica della batteria, lo stato del carico, e gli eventuali allarmi o malfunzionamenti. Sono inoltre, presenti funzionalità avanzate come la registrazione di eventi, l’invio di notifiche via email o SMS in caso di problemi, e la possibilità di spegnere automaticamente i server o altri dispositivi collegati in modo sicuro in caso di interruzione dell’alimentazione elettrica.

AEC INTERNATIONAL Srl
4.8
Basato su 16 recensioni
powered by Google
Elettrica ComascaElettrica Comasca
08:20 07 Feb 24
UPS Trifase da 10kVA comprato e installato direttamente dal nostro tencico presso sede di nostro cliente. Prodotto eccezionale, semplice da installare, da configurare e eccellente servizio di supporto tecnico Whatsapp. Comprerò sicuramente ancora da AEC, un particolare ringraziamento al tecnico Bruce per il supporto durante l'installazione
Luigi ManneretoLuigi Mannereto
13:50 28 Jan 24
Abbiamo preso tre UPS AEC per la nostra azienda e devo dire che sono stato piacevolmente sorpreso. Non solo i tecnici hanno fatto un lavoro pazzesco installando tutto nei rack, ma hanno anche lasciato l'area di lavoro pulitissima, cosa non da poco. In più, ci hanno spiegato un sacco di cose sugli UPS, rispondendo a tutte le nostre domande e lasciandoci super informati. Per ora gli UPS funzionano alla grande, speriamo continuino così! Il servizio? Impeccabile.Luigi Mannereto
Johanne KravitzJohanne Kravitz
06:47 07 Sep 22
Buoni prodotti e servizio eccezionale....Continuate così, ragazzi
Luca SenesiLuca Senesi
06:45 07 Sep 22
Ottimo servizio post vendita.... Servizio clienti veloce, efficiente e gentile per problemi tecnici UPS
Martin GerryMartin Gerry
12:26 11 Jul 21
Ottima compagnia! Gente piacevole
js_loader